Di Maria Cecilia Averame

Finalmente estate: per molti ragazzi è finalmente giunto il momento di viaggiare (anche con la fantasia), scoprire cose nuove, raccontare e raccontarsi. Molte app aiutano a catalogare e rielaborare le scoperte estive, e per i giovani scrittori in erba vi sono anche strumenti adatti a impostare una storia, tessere la trama, definire i personaggi e scrivere il proprio primo romanzo. Vediamoli assieme!

Terminata la scuola, con più tempo a disposizione e spazio per viaggiare con la fantasia, può accadere che tuo figlio o figlia si chiudano in camera con pennarelli, matite, scotch e dopo un po’ vengano da te annunciando di aver scritto il loro primo libro, e chiedendoti di essere il primo a leggerlo. Per i più giovani, il libro potrebbe rivelarsi essere semplicemente da un paio di pagine attaccate sul bordo con la colla stick, e presentare un racconto la cui trama ricorda pericolosamente il film visto la sera precedente, ma in quel momento a te -come è stato per ogni genitore- sembrerà di avere in mano il nuovo capolavoro della letteratura italiana. Dopo aver raccontato per settimane e settimane le favole della buona notte, dopo aver amorevolmente spinto il pargolo a leggere i suoi primi libricini, ecco che finalmente è passato dall’altra parte della barricata e ha deciso di diventare uno scrittore.

A questo punto il cuore di mamma (e di papà) vuole aiutarlo e dargli gli strumenti migliori per continuare e migliorare. Anche in questo caso il digitale può esserci di aiuto: esistono infatti applicazioni che nascono proprio per aiutare gli scrittori a trovare la concentrazione e riuscire a produrre il loro capolavoro della narrativa.

iA Writer

Le più semplici sono quelle che lavorano proprio sull’evitare ogni tipo di distrazione: è il caso di iA Writer una applicazione per scrittori con una interfaccia pulita. È possibile infatti scrivere a schermo pieno, senza icone o interfacce, con il solo testo sotto agli occhi. Appena inizieremo a scrivere ci renderemo conto che quello che scriviamo resta sempre al centro dello schermo, in modo da non dover saltare con gli occhi in alto o in basso. È anche possibile attivare un particolare focus che mette in evidenza la frase o il paragrafo a cui stiamo lavorando, mentre il restante documento viene parzialmente oscurato per non disturbare l’ispirazione compositiva.

Se poi il ragazzino deve esercitarsi nell’analisi grammaticale, è interessante la possibilità di avere la colorazione automatica degli elementi grammaticali che stiamo utilizzando: aggettivi, nomi, avverbi, verbi, preposizioni e le altre parti del discorso appariranno colorate in maniera diversa, in modo da avere un vero colpo d’occhio cromatico della grammatica delle nostre frasi. iA Writer è disponibile per Android, MacOs, iOs, Windows con diverse soluzioni di prezzo: da abbonamenti a 4.99 dollari annuali per Android, all’acquisto completo del pacchetto per 29.99 dollari.

Scrivener

Diversa è invece la finalità di programmi come Scrivener (per MacOs, Windows, iOs, con prezzi a partire da 53 dollari) e yWriter (per Windows, Android, iOs, gratuito). Queste applicazioni nascono proprio per scrivere romanzi e presentano una struttura fatta di capitoli, all’interno dei quali il nostro scrittore in erba potrà andare ad aggiungere le sue scene, definire nella timeline quando queste sono avvenute, quali personaggi vi hanno partecipato, quali oggetti erano presenti nel racconto e quale era lo scopo della narrazione. Si tratta di veri e propri tool per scrivere romanzi, che educano ad una scrittura più vincolata a una storia, e obbligano lo scrittore ad un certo ordine nella successione logica degli avvenimenti. Ancora, è possibile definire lo stato di scrittura di un capitolo, se si tratta di una prima bozza, o già di una stesura più definitiva, così come è possibile archiviare informazioni, foto, documenti, disegni, schizzi che lo scrittore può consultare in fase di scrittura per rendere la sua narrazione più coerente e realistica.

The Brainstormer

Entrambe le applicazioni sono pensate per chi abbia già in testa una trama, e una infarinatura digitale che permetta di muoversi agevolmente fra il menù a tendine e le opzioni proposte. Se il vostro obiettivo è invece lavorare anche assieme ai più piccoli è interessante la app The Brainstormer, una versione moderna degli antichi ‘dadi da storytelling’ al momento solo in inglese (ma semplice) per iOs e Android 1.10 euro. La applicazione presenta tre “rotelle”, che regolano rispettivamente I personaggi, la trama e l’ambientazione: quando manca l’idea, basta scuotere il cellulare per far emergere nuove relazioni e avere spunti per una narrazione bloccata.

List for Writers

Una ultima applicazione, utilizzabile anche questa sia per impegnarsi in esercizi di scrittura creativa quanto per lavorare sul proprio romanzo è List for Writers (Android e iOs, in inglese, 2.99 dollari). Questa app permette di approfondire la caratterizzazione dei personaggi, fornendo elenchi di differenti personalità e portando l’autore e definire, in maniera via via sempre più dettagliata, quali siano i suoi interessi, i conflitti, i difetti, i diversi background, etc.