Oceani: il valore di una risorsa disponibile per il Pianeta

15 Giugno 2021

Tempo di lettura: 3 min.

In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, celebrata lo scorso 8 giugno, il web si è popolato di iniziative di sensibilizzazione nei confronti dei bambini e delle loro famiglie attorno all’importanza che rivestono i “polmoni blu” per la nostra vita: ricoprendo oltre il 70% della superficie terrestre, gli oceani ospitano l’80% della biodiversità mondiale e producono il 50% dell’ossigeno presente in atmosfera. L’obiettivo della Giornata è dunque quello di ricordarci il valore di questa risorsa, un’irrinunciabile fonte di vita e di sostentamento.

Quest’anno il tema della ricorrenza è stato “Vita e Sussistenza”, un argomento che vuole far riflettere grandi e piccoli sul ruolo decisivo che gli oceani ricoprono nel mantenimento della vita degli equilibri del Pianeta. E sono molte le risorse online dedicate all’argomento.

Dove approfondire dunque la conoscenza della vita sott’acqua e imparare a tutelarla?
Di seguito vi proponiamo una serie di risorse da scoprire tutti insieme in famiglia.

– Affinché l’educazione all’ambiente marino sia accessibile a tutti, Unesco ha realizzato l’interessante “Educazione all’Oceano per Tutti – Kit pratico” che fornisce gli strumenti, le risorse e i metodi innovativi per conoscere e comprendere un tema importante: la relazione causa-effetto tra comportamento individuale e collettivo e gli impatti che minacciano la salute dell’oceano. Un programma formativo semplice, per tutti i livelli, soprattutto se mediato da un adulto, e che esula dal contesto scolastico. Conoscere le problematiche che affliggono i nostri mari è uno stimolo ad averne più cura.

– La straordinaria amicizia tra un uomo e un polpo è al centro del documentario Netflix “Il mio amico in fondo al mare”, acclamato in tutto il mondo e premiato agli Oscar. Ambientato nella meravigliosa foresta sottomarina di Kelp, al largo di Città del Capo, il documentario mette in mostra tutta la bellezza dei colori e dei panorami dei fondali marini raccontando il legame eccezionale e sorprendente tra uomo e natura: un incontro inaspettato che aiuterà il protagonista a ritrovare un equilibrio con sé stesso e a riconnettersi con la natura.
Il documentario è un’immersione virtuale davvero coinvolgente e appassionante: assolutamente da non perdere.

– La piattaforma di Rai Scuola raccoglie molti altri validi documentari sul tema: dagli abissi alle tartarughe marine, all’energia prodotta dalle onde del mare: ce n’è per tutti i gusti. Un viaggio multidisciplinare per imparare ad apprezzare l’elemento fondamentale per la vita sulla Terra e a tutelarlo.

Qui è possibile visionare anche il divertente cartone animato di Rai Ragazzi “Acquateam, missione mare” in cui la super-biologa Marina Marysun, versione animata dell’esperta oceanografa Mariasole Bianco, e il polpo Otty, suo inseparabile assistente, sono sempre pronti a tuffarsi fra i tesori del mare per difenderli dalle minacce dell’inquinamento.

– Con Google Earth, il software che genera immagini virtuali della Terra, potrete esplorare dai vostri dispositivi digitali tutta la superficie oceanica per scoprire luoghi incredibili e mozzafiato come il Raja Ampat nel Triangolo dei Coralli, un posto speciale ricco di biodiversità con il 76% delle specie di corallo e il 36% delle specie di pesci di barriera del mondo. Lasciatevi ammaliare dalle tante fotografie a disposizione: vi sembrerà di nuotare insieme alle mante o di giocare a nascondino con i pesci mimetici della barriera corallina!

Cosa c’è negli Oceani? è l’app dedicata a giovani esploratori fino ai 12 anni che vogliono andare alla scoperta degli ecosistemi marini e dei loro abitanti. Il gioco approfondisce la conoscenza di alcune specie animali e informa i più piccoli sull’inquinamento degli oceani e sui relativi pericoli come la plastica, la pesca eccessiva e i cambiamenti climatici che compromettono la vita e la salute dei diversi ecosistemi.

Abbiamo solo un pianeta: prendiamocene cura anche grazie alla tecnologia!

 

WINDTRE, da anni, supporta la campagna #GenerAzioneMare, sostenendo le azioni del WWF a tutela del Mar Mediterraneo. Con l’opzione solidale si concentra, in particolare, sulla difesa della Tartaruga Marina Caretta: vittima inconsapevole dell’inquinamento da plastica.

Il progetto rientra nel più ampio piano di partnership con il WWF su clima ed energia per la riduzione delle emissione di CO2 e si estende ad attività congiunte di sensibilizzazione sui temi ambientali e sui programmi WWF per proteggere il Pianeta.

Consigli e Risorse

Le opportunità di Internet

Le opportunità di Internet

Internet può essere una risorsa preziosa per aiutare i bambini a imparare cose nuove e, allo stesso tempo, allenare quelle ...
Pericoli della Rete

Pericoli della Rete

I minori che usano di più Internet sono più esposti al rischio di vivere esperienze negative, ma questo non si ...
Vivere e comunicare in Rete

Vivere e comunicare in Rete

Nelle interazioni in Rete, tutti, bambini e adulti, rischiamo di perdere di vista l’umanità di chi si trova al di ...