a cura della Redazione

Come stabilire che cosa il proprio figlio può guardare su un dispositivo? Si sentirà troppo controllato se uso un’app di Parental Control? È complicato gestire il “monitoraggio”? Queste e altre le domande che i genitori si pongono nel momento in cui prendono in considerazione di installare un’app in grado di controllare le connessioni Internet dei figli.

Seguendo l’indicazione dei nostri esperti sull’importanza del giusto equilibrio tra controllo e fiducia, noi della redazione di NeoConnessi abbiamo provato l’App Wind Family Protect, sperimentato l’installazione sul dispositivo personale e su quello dei figli e osservato il funzionamento.

Wind Family Protect, protegge i ragazzi dai contenuti indesiderati della rete e li guida verso un corretto uso del digitale. Consente ai genitori di bloccare e filtrare tali contenuti, di sospendere da remoto la navigazione, di monitorare in tempo reale la posizione dei propri figli e ricevere avvisi di movimento.

Una premessa: è possibile installare l’app sia su smartphone sia su tablet, assicurandosi di avere i sistemi operativi aggiornati alle versioni Android OS 5.0 e iOS 10 o successive.

Si inizia dal proprio dispositivo. L’app chiede di inserire un nome e una fotografia del membro della famiglia che si vuole proteggere. È possibile controllare fino a 10 dispositivi diversi. Successivamente è necessario scegliere un livello di protezione tra 4 preimpostati, in base alla fascia d’età della bambina o del bambino:

Elevato
Questo livello di protezione è consigliato per bambini fino agli 11 anni.
Permette di bloccare automaticamente tutte le principali categorie di app o siti web con contenuti discutibili, tutte le app di messaggistica e i social network.

Medio
Consentendo una maggiore libertà, il livello è pensato per i preadolescenti e gli adolescenti tra i 12 e i 16 anni.
Blocca automaticamente le app e i siti web con contenuti discutibili e i social network, ma consente l’uso di app per chattare come per esempio WhatsApp.

Basso
Il livello permette una navigazione quasi del tutto libera, è consigliato per ragazze e ragazzi dai 17 anni in su, in quanto viene bloccata automaticamente solo la categoria dei contenuti discutibili.

Nessuna preferenza
In questo caso viene attivata solo la geolocalizzazione del dispositivo, è quindi possibile sapere dove si trova il dispositivo in uso dal bambino o dall’adolescente.

Una volta selezionato un livello di protezione, si passa alla personalizzazione dei “blocchi” con la possibilità di inserire manualmente i siti o le app che non sono presenti nella lista ma si intende bloccare o permettere.

 

In breve, cosa si può “monitorare” con questa app di Parental Control?

I contenuti
Si possono bloccare specifiche app o siti web ritenuti pericolosi o inappropriati.

La posizione di proprio figlio
Grazie alla geolocalizzazione si può sapere in tempo reale dove si trova e inviare un messaggio nel caso in cui si allontani dalla zona di sicurezza impostata. Si può anche ricevere una notifica quando proprio figlio raggiunge la meta del tragitto impostato.

Lo stato del dispositivo
Si può controllare il livello di batteria dello smartphone o del tablet del bambino.

L’accesso a Internet
Oltre a scegliere cosa può o non può visualizzare è possibile mettere in pausa la connessione in qualsiasi momento.

Solo in un secondo momento si passa all’associazione tra il proprio dispositivo e quello del figlio direttamente dalla app tramite l’invio di un link, via SMS o email, che permette di installare l’app “gemella”, in questo caso Wind Junior Protect, sul dispositivo del bambino.

Ecco fatto, a questo punto genitori e figli hanno entrambi l’app sul proprio dispositivo e inizia l’attività di protezione.

Per approfondire il funzionamento e le specifiche tecniche dell’app al link seguente potete leggere il manuale d’uso!